Disegno concept Borgo Futuro Città 15 Mi

BORGO FUTURO | Città 15 Minuti
MODELLO DI RIGENERAZIONE URBANA

Il Borgo del Futuro avrà i segni della modernità e dell'efficienza e i caratteri della civiltà classica, e la cultura sarà il cardine dello sviluppo. 

 

Il progetto, presentato alla Triennale Milano e alla Biennale dello Spazio Pubblico, indaga le possibilità di un urbanesimo sostenibile e la ricerca di una nuova policy per le aree marginali del paese, ipotizzando il superamento del concetto di periferia e l'opportunità di città a misura d’uomo e di nuclei urbani diffusi, che siano belli e attrezzati e, dunque funzionali e capaci di attrarre nuove occasioni di sviluppo e nuovi cittadini residenti. 

 

BORGO FUTURO

Si tratta di un progetto articolato e in divenire, che intende porsi come modello, nella sperimentazione di pratiche di rigenerazione e sviluppo dei borghi, in Italia e in Europa e come soluzione d'avanguardia, nell'ottica di nuove prospettive per il futuro, dopo la drammatica crisi Covid19Un’ombra sembra proiettarsi verso le aree esterne ai grandi agglomerati urbani. Tutto ciò che non viene incluso, è aggredito da un fenomeno che le relega a entità sempre più frammentate, marginali che, nella peggiore delle ipotesi, diventano stoccaggio delle esternalizzazioni negative delle aree metropolitane. Ragioni produttive e di mercato stanno violando gli equilibri naturali, gli spazi sociali ed economici delle città e dei borghi incastonati nelle aree rurali urbane. Le piccole città che si salveranno, saranno quelle che, per tempo, sapranno programmare e progettare il loro futuro, offrendo la possibilità di vivere degnamente, alle comunità insediate e, dunque, limitando l'esodo o, addirittura, diventando attrattive, per nuove famiglie e per nuove tipologie di utenza legate ad esempio allo Smart Working e ai Nomadi Digitali.

CITTÀ 15 MINUTI

Con Borgo Futuro non si intende solo il borgo isolato, tra le montagne, le colline o sul mare, ma anche il borgo in città. è la Città 15 minuti, che prevede la suddivisione della città, fosse anche la grande conurbazione, in borghi autonomi, autosufficienti e soddisfacenti la vita della comunità. Nella Città 15 minuti si trova tutto, a 15 minuti da casa, in termini di servizi alla persona e alla famiglia, al tempo libero, per una vita decorosa, dignitosa, soddisfacente, avendo la possibilità di raggiungere i borghi vicini, agevolmente, per bisogni diversi, quelli straordinari.

ZONA 30

Si tratta di aree della città in cui si impone la limitazione della velocità a 30 KM/h. «Tutti gli studi dimostrano che portando da 50 a 30 Km/h la velocità massima consentita, i tempi di percorrenza cambiano poco», spiega Matteo Dondé, Direttore Scientifico di Bikeitalia e di Bikenomis, che hanno il comune obiettivo di trasformare l'Italia in un paese ciclabile. «In compenso aumenta la qualità della vita e si riduce sensibilmente il rischio di incidenti; gli anziani si sentono più sicuri, i bambini vanno a scuola da soli, i commercianti sono più contenti».

TAVOLI TEMATICI BORGO FUTURO

Per disegnare prospettive e dare vita al Borgo Futuro, si sta lavorando sulle emergenze indicate nella Ricerca Borgo Futuro, su questi princìpi, su questi temi, insieme a partner pubblici, privati e professionisti, sono in corso Tavoli Tematici con l'idea di edificare una nuova policy, i cui marcatori si declinino tutti in positivo, con il concetto di qualità ambientale, culturale, sociale, economica e, dunque, politica.

I temi cardine dei Tavoli Tematici Borgo Futuro sono:

  • Borghi e Metropoli in Rete

  • Mobilità e Infrastrutture in Rete

  • Servizi in Rete

  • Lavoro e Innovazione in Rete

  • Economia in Rete

  • Ambiente e Tecnologia in Rete

  • Identità e Cultura in Rete

  • Architettura e Urbanistica in Rete

  • Accessibilità, Inclusività, Solidarietà in Rete

  • Turismo e Accoglienza in Rete

CARTA BORGO FUTURO

La Carta del Borgo Futuro sarà la dichiarazione finale di buone pratiche per il Borgo Futuro e la Città 15 Minuti. Sarà sottoscritta a chiusura del Convegno Nazionale Borgo Futuro, dal gruppo di lavoro dei Tavoli Tematici e dai rappresentanti delle Istituzioni coinvolte, tra cui: Commissione Cultura del  Parlamento Europeo; MIBACT - Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo; MISE - Ministero dello Sviluppo Economico; INU - Istituto Nazionale Urbanistica; ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani; ANCSA - Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici; Borghi più Belli d’Italia; Bandiere Arancioni del Touring Club; CNAPP - Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori; ANIAI - Associazione Nazionale Ingegneri Architetti Italiani; Amministrazioni regionali; Amministrazioni provinciali; Amministrazioni comunali.

Logo BORGO FUTURO Città 15 Minuti copia.

Tipo:

Modello di Rigenerazione

Località:

Borghi d'Italia

Comunità Isolate

Periferia Metropolitana

Isole Minori

Coordinamento:

Luca Calselli

Dario BIello

Loghi partner borgo futuro città 15 minu

PROGETTI SIMILI