PERCHE’ VERONA

Pier Luigi Nervi è una figura emblematica dell’ingegneria e dell’architettura internazionale, un importantissimo innovatore  nel suo campo, un orgoglio italiano. Di recente numerosi sono gli eventi a lui dedicati in tutto il mondo.

 

Verona ospita due delle sue opere più importanti, Ponte Risorgimento ed il Magazzino della Biblioteca Civica, come EXPOSITORE ci è sembrato quindi d’obbligo l’organizzazione di un evento che permetta di approfondire la storia di questo grande professionista ed il suo rapporto con la città scaligera.

PIER LUIGI NERVI

Pier Luigi Nervi rappresenta uno dei maggiori artefici di architetture strutturali nel panorama internazionale del Novecento. Di lui è stato detto che aveva l’audacia dell’ingegnere, la fantasia dell’architetto e la concretezza dell’imprenditore.

 

La sua opera, in molti anni di carriera, ha ruotato intorno ad almeno sei attività fondamentali: progettare, disegnare, calcolare, modellare, scrivere e insegnare. Ognuna di queste tracce ha avuto vita autonoma, pur incrociandosi nel contempo con le altre, in modo talvolta indissolubile.

 

PONTE DEL RISORGIMENTO

Verona, 1963-1968

1/6

L'incarico è stato affidato dal Comune di Verona e consiste in un collegamento carrabile e pedonale sul fiume Adige. La lunghezza complessiva del ponte è di 131 m netti fra gli assi dei due appoggi di spalla. Il ponte è del tipo a trave continua a tre campate su quattro appoggi. L'impalcato del ponte poggia tramite cerniere in acciaio su due pile centrali in cemento armato e lateralmente su muri in cemento armato di spalla.

 

MAGAZZINO LIBRI BIBLIOTECA CIVICA

Verona, 1969 - 1980

1/6

Progetto commissionato dall'Amministrazione Comunale di Verona per i locali della biblioteca centrale della città di Verona. Comprende un magazzino libri, sale di lettura, sala conferenze, uffici amministrativi e servizi. Il terreno sul quale l'edificio è stato costruito è ricco di ritrovamenti archeologici, a motivo dei quali è stato necessario costruire l'edificio con i quattro supporti lasciando liberi i ruderi accessibili al pubblico.

 

COMPLESSO IMMOBILIARE DA ADIBIRE A SEDE DI UFFICI STATALI (INEDITO)

Verona, 1969 

1/5

Appalto concorso indetto dal Ministero del Tesoro Direzione Generale degli Istituti di Previdenza per un complesso immobiliare da adibire a sede di uffici statali da costruirsi a Verona tra via Shakespeare, via Luigi da Porto e le mura Viscontee. Gli edifici hanno un'altezza totale di 16 m e la struttura è prevista in cemento armato tradizionale.

 

MODELLAZIONE E STAMPA 3D

ABITARE IL TEMPO - MARMOMACC

Veronafiere

PARTNER